Non ti ho fatto ascoltare la musica tranquilla come con tuo fratello, anzi se hai ascoltato musica sei passata da Mannarino allo Stato Sociale sino a Chitarravallo…

Non ho preso tempo per noi, non ho fatto nessun corso preparto ne tantomeno ho fatto un po’ di sano sport. In compenso ho lavorato tanto, e ho cercato di stare il più vicino possibile a tuo fratello: compiti, sport, relazioni sociali, tante relazioni sociali!

Non mi sono preoccupata di avere tutto l’occorrente sino a qualche giorno fa e diciamo che ancora mi mancano un sacco di cose, ma in compenso ho letto molto e non mi sono dimenticata di ricordare.

 

Non mi sono dimenticata di ricordare, anzi.. mi sono preoccupata di ricordare.

 

Ho ricordato i primi mesi con Nicco e mi sono detta come non voglio assolutamente tornare a essere. Mi sono ricordata di quali persone non voglio circondarmi, di quali consigli non voglio sentire e di quanto vorrò andare per la mia strada.

Ho ricordato fasi che avevo rimosso, con un effetto flash-back impressionante…

Gli aiuti i primi giorni vanno bene, ma anche no! È tutto ok se tutto è perfettamente bilanciato, altrimenti da una parte o dall’altra si rischia di farsi del male.

Ho ricordato cosa assolutamente non farò e mi sono resa conto di essere fortunata ad essere una Donna indipendente.

Mi sono ricordata che l’unica cosa che conta è l’amore che metterò in tutto quello che andremo ad affrontare!

E mi sono ricordata di come manchi ormai davvero poco… e così di colpo ho iniziato a pianificare tutto mi sono accorta di come mi ritrovi ad immaginarti guardando le bimbe al giardino: ieri c’era una morettina, secca secca, spettinata e con un giubbottino di pelle e io non so perché ma ci ho visto te!

 

tom-pumford-317216-unsplash

 

louis-blythe-218654-unsplash

 

noah-silliman-107988-unsplash